Crematorio
di Brescia

 

 

 

 

 

Il tema compositivo del progetto è una “promenade architecturale” legata al rito della cremazione mediante cambiamenti di fruizione degli spazi, intesi come soglie, in un ambiente complessivo e fluido. Il progetto si confronta a scala urbana con la classica griglia ortogonale della cittadella cimiteriale, mentre a scala territoriale si misura con il colle della Maddalena. L’alto muro di cinta lungo il perimetro cimiteriale, diventa la quinta che unisce questi sistemi ed accoglie il corteo lungo il viale d’accesso al Tempio, per accompagnare il defunto durante il rito.
Gli elementi compositivi del percorso annunciano una serie di differenti momenti. Il corteo prosegue lungo un viale delimitato da una setto murario inclinato che crea un cono prospettico verso il parco. A lato Il "giardino della memoria", elemento in sospensione composto da una piantagione di nove cipressi, raccolti e sollevati dal percorso, porta lo sguardo dei congiunti verso il cielo, manifestando il primo distacco dal defunto che avviene nel momento in cui il carro funebre sosta all’ingresso del Parco delle Rimembranze. Qui la spoglia viene traslata all'interno della sala commemorativa dal portale principale posto sotto il pronao d’ingresso, definito da nove vele incernierate a bilico poggiate su un basamento, la cui verticalità evoca la solennità della sala principale, seguito dal corteo dei partecipanti.
Nella sala commemorativa il corteo si ricongiunge al defunto, per l'ultimo saluto prima del rito della cremazione. Di fronte al vestibolo di ingresso un patio, dove la presenza di una pianta di arancio, rimanda ad un contatto con l'esterno attraverso una delicata luce zenitale modulata da un sistema di lame verticali. Mentre al sorgere del sole, un basso taglio orizzontale sulla parete a nord est della sala, illumina il podio in sul quale verrà deposto il feretro.
La cerimonia procede con il rito della cremazione. I partecipanti possono assistere al congedo del feretro. La visione di quest'ultimo delicato momento avviene attraverso un secondo patio in vetro, elemento di schermo tra il vestibolo funerario e i congiunti, dove una vasca d'acqua a sfioramento posta a filo del pavimento riempita di ciottoli neri, fa da specchio al cielo. In questo conclusivo spazio il progetto riunisce i quattro elementi fondamentali: fuoco, acqua, terra, aria.

Il parco del crematorio accoglie l’epilogo del percorso-rito, dove la presenza di un filare di cipressi disposti lungo il perimetro ritma e scandisce i brevi momenti del cammino.
All’interno del Parco, un canale d’acqua con il suo fluire rompe il silenzio del corteo verso il luogo di spargimento delle ceneri. Due setti murari ortogonali, separano e uniscono nello stesso luogo il labirinto d'acqua per la dispersione delle ceneri e la stele funeraria del cinerario comune, mentre una piantagione di pini marittimi, che con le loro chiome unite rimandano all'immagine delle nuvole, fa da cornice a quest’ultimo momento mettendo in relazione Cielo e Terra.

 


Orari

Ufficio Prenotazioni ed informazioni
Dalle ore 8.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 17.00

Ricezioni e consegna urne
Da Lunedì a Venerdì ore 8,00 - 20,00
Sabato ore 8,00 - 16,00

Tel. 030 3361932
Fax 030 3364629
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CREMATORIO DI BRESCIA
presso Cimitero Sant'Eufemia 
Via Lucio Fiorentini, 9
25134 - Brescia

Modulistica

Via dell'Arcoveggio - 40129 Bologna - www.gruppoaltair.it
P. IVA 01725920035

COOKIES
- PRIVACY
Via dell'Arcoveggio
40129 Bologna
www.gruppoaltair.IT
P. IVA 01725920035

COOKIES - PRIVACY